Recensione su American Gangster

/ 20077.3259 voti

Sweet rude Denzel / 29 Ottobre 2015 in American Gangster

Una gangster story serrata e avvincente, con un cast sontuoso, che ci immerge negli ambienti malavitosi degli anni settanta con un taglio parzialmente scorsesiano. Qui Ridley Scott ha tirato su la testa dalla lunga apnea dopo i colpi magici di Blade Runner e Alien, montando su una classica perfetta pulp machine dove il marcio si estende al di là del mondo del crimine. Denzel Washington è grandioso e crudele nonostante la dolcezza dei tratti, Russel Crowe è in stato di grazia, ma è tutto il cast a danzare al ritmo giusto. Parte strepitosa per John Ortiz, quasi un caratterista del poliziottesco all’italiana. Colonna sonora black soul e funky ovviamente da capogiro.

(la mia prima visione su Netflix, by the way…Ragazzi, una bomba!)

Lascia un commento

jfb_p_buttontext