?>Recensione | Alpha Dog | Il voto sarebbe un 7.5

Recensione su Alpha Dog

/ 20066.6184 voti

Il voto sarebbe un 7.5 / 14 ottobre 2011 in Alpha Dog

Intenso e bello questo film di Nick Cassavetes ispirato a una storia vera. La banda di scapestrati che pensa soprattutto a far festa (alcool e droga sono i benvenuti) e che cattura (in tutti i sensi) il giovane Zack. Infatti Zack, scontento dei genitori che gli stanno troppo addosso (soprattutto la madre interpretata da Sharon Stone, irriconoscibile o quasi in una scena finale) è quasi “contento” di essere stato rapito, anche perchè il suo ruolo di rapito è molto particolare. Bravo l’interprete, Anton Yelchin già visto in Cuori di Atlantide (tratto dal romanzo di Stephen King) e Star Trek. Molto magnetici e ricchi di personalità anche i due protagonisti. Da una parte Johnny Truelove, guida della banda, figlio e nipote di due sbandati (Bruce Willis e Harry Dean Stanton); l’attore è Emile Hirsch irriconoscibile se ci si ricorda dell’adolescente turbato dall’arrivo della vicina Elisha Cuthbert (La ragazza della porta accanto).
dall’altra il drogato e abbastanza schizzato Jake Mazursky, l’attore è Ben Foster (X-Men 3 e Six Feet Under).
Infine stupisce JUstin Timberlake nella parte di Frankie, amico di Johnny che instaura un rapporto di amicizia con Zack.
Ricompare anche la lolita Dominique Swaine nella parte dell’isterica Susan (parole sue).
Il film si può dividere in 3 parti: l’inizio descrive i due ambienti, anche se si sofferma di più sugli sbandati che sulla famiglia per bene. La seconda parte è il rapimento e la convivenza di Zack con la banda, la terza è il finale…
Se ci si abitua abbastanza in fretta al linguaggio e all’atteggiamento dei protagonisti, il finale colpisce.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext