2000

Quasi famosi

/ 20007.2268 voti
Quasi famosi
Quasi famosi

William Miller è un ragazzino un po' sfigato che vive nella gabbia dorata di una madre devota e protettiva. Contaminato da una pila di dischi rock passatigli di nascosto dalla sorella ribelle, intraprende la carriera del giornalista dopo il folgorante incontro con il critico Lester Bangs, decidendo di aggregarsi agli Stillwater, un gruppo emergente. Entrerà nel mondo lisergico e crepuscolare delle tournée, tra eccessi, fans sfegatati e tenere groupies.
paolodelventosoest ha scritto questa trama

Titolo Originale: Almost Famous
Attori principali: Patrick FugitBilly CrudupKate HudsonFrances McDormandJason LeeZooey Deschanel, Michael Angarano, Anna Paquin, Fairuza Balk, Noah Taylor, Philip Seymour Hoffman, Jimmy Fallon, Rainn Wilson, Jay Baruchel, John Fedevich, Mark Kozelek, Liz Stauber, Olivia Rosewood, Bijou Phillips, Pauley Perrette, Peter Frampton, Mark Pellington, Eion Bailey, J.J. Cohen, Gary Kohn, Ray Porter, Alice Marie Crowe, Erin Foley, Terry Chen, Mitch Hedberg, Jesse Caron, Zack Ward, Devin Corey, Pete Droge, Elaine Summers, Kevin Sussman, Tom Riis Farrell, John Patrick Amedori, Julia Decker, Brian Vaughan, Anthony Martelli, Susan Yeagley, Holly Maples, Michelle Moretti, Eric Stonestreet, Marc Maron
Regia: Cameron Crowe
Sceneggiatura/Autore: Cameron Crowe
Colonna sonora: Nancy Wilson
Fotografia: John Toll
Costumi: Betsy Heimann
Produttore: Ian Bryce, Lisa Stewart, Steven P. Saeta, Scott M. Martin, Marty P. Ewing, Cameron Crowe
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Commedia, Musica
Durata: 122 minuti

FIACCO / 11 Gennaio 2017 in Quasi famosi

Sinceramente uno dei film sul rock più fiacchi che abbia visto, non so come molti possano elogiarlo, amando il genere musicale questo film non mi ha trasmesso proprio nulla.

4 Dicembre 2014 in Quasi famosi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Un film interessante. A prima vista si potrebbe considerarlo la storia di uno sguardo innocente – quello del protagonista quindicenne – gettato sul mondo adulto del rock; dopo un po’ si comprende come la storia sia anche quella dell’attrazione che questo sguardo innocente esercita sul resto: William è accolto, coccolato e ricercato, è il Nemico solo nel nomignolo affibbiatogli. Ma anche questo si rivela parziale: a ben vedere, al di là degli eccessi, delle groupie, dei litigi, dei cambiamenti di manager, tutto il mondo qui ritratto condivide in realtà l’innocenza del protagonista. È il rock delle origini, che nel mito conserva intatta (o quasi) la sua purezza (che a volte si confonde con l’idiozia, come nel caso del bassista e del batterista della band). E quando infine avviene il tradimento – il doppio tradimento – l’innocenza finisce comunque per trionfare, e senza neppure troppo sforzo. Il lieto fine costituisce il limite più evidente del film, che senza di esso avrebbe meritato almeno una stella in più; film che comunque rimane piacevolissimo (l’ho visto nell’extended cut). Indimenticabile la scena in cui i personaggi cantano Tiny Dancer nel pullman. Ottimi Billy Crudup e Kate Hudson; sprecata malamente Francis – pardon, Frances – McDormand nei panni della madre iperprotettiva di William.

Leggi tutto

22 Luglio 2013 in Quasi famosi

Una mamma sola cresce i suoi due figli senza lasciarli liberi. La sua solitudine non avendo un compagno li schiaccia e inevitabilmente i due si ribellano.
La maggiore a 18 anni scappa praticamente di casa mantre il piccolo 15enne, William Miller, sogna di scrivere su “Rolling Stone”, la testata culto del rock.
Da li nasce il film.
Commediola carina ma impreziosita sicuramente da una colonna sonora eccezionale, con le perle della musica Rock.
“Non è facile spiegare il Rock and Roll” e chi non lo capisce o non lo apprezza o non gli piace può vedere solo il film che però alla fine è ben poca cosa…
Ad maiora!

Leggi tutto

Tu sei a casa / 13 Settembre 2012 in Quasi famosi

Tra i migliori film di Cameron questa frizzante commedia musicale con il nucleo “forte” del passaggio da infanzia ad età adulta. Autentico rito iniziatico cui fa da sottofondo l’apprezzabile colonna sonora. Nell’ottimo cast spiccano Frances Mc Dormand e Philip Seymour Hoffman, abile caratterista, sebbene nell’immaginario collettivo la pellicola sia destinata a coincidere col suo personaggio più effervescente, la Penny Lane di Kate Hudson. Non solo per musicofili.

Leggi tutto

Da urlo / 13 Settembre 2012 in Quasi famosi

Un film strepitoso, un Crowe ispiratissimo ha colto pienamente lo spirito degli anni crepuscolari del rock. Uno dei miei cult-movies, diciamo subito che lo adoro, e non solo per le musiche. Quindi, poca obiettività in questa recensione.
Kate Hudson/Penny Lane è un angelo. Una interpretazione inarrivabile; lei che, insomma, non è certo Liz Taylor ha avuto qui il suo stato di grazia ed è impossibile non intenerirsi del suo personaggio.
Grandioso Seymour Hoffman (più lo guardo e più mi convinco che sia uno dei migliori attori in circolazione…) nei panni di Lester Bangs, ogni sua battuta sarebbe da incorniciare.
E ora, ladies & gentlemen, la più grande:
(((rullo di tamburi)))
Frances McDormand!
Una madre che non è la classica “casalinga in grembiule”. Una madre dannatamente vera, paranoica ma in fondo dolce, aggressiva quando ce n’è bisogno, che con i figli ne sbaglia una dietro l’altra, una donna di cultura (insegnante) ma con un forte tabù sul mondo rock e le sue degenerazioni che la spingono ad essere ridicola. Fantastica, che attrice!

Piccolo spoiler su una delle scene più belle ed intense del Cinema:

Penny Lane (Kate Hudson) sta vomitando sotto gli occhi innamorati del ragazzino William (Patrick Fugit: fugit appunto, perchè dopo sto film mi risulta che sia praticamente sparito…) sulle note di My cherie amour di Stevie Wonder. Come trasfondere poesia in un momento che di poetico non avrebbe nulla.

Leggi tutto