?>Recensione | Alien: Covenant | Bel film, bravo Scott

Recensione su Alien: Covenant

/ 20176.3117 voti

Bel film, bravo Scott / 12 maggio 2017 in Alien: Covenant

Sequel di Prometheus, con il quale Ridley Scott continua la serie prequel del suo Alien, Covenant risulta essere un titolo molto bello, con diversi spunti interessanti. Nel 2104 la nave Covenant, diretta verso un lungo viaggio per colonizzare un lontano pianeta, viene colpita da un’esplosione nello spazio e l’equipaggio viene svegliato. C’è già un problema, con la morte del capo. Ad assistere l’equipaggio, il sintetico Walter (Michael Fassbender, qui come sempre fenomenale e doppiamente impegnato). Durante le riparazioni viene captata una frequenza stranamente familiare da un pianeta non troppo lontano e l’equipaggio decide di andare a controllare. L’idea si rivelerà essere disastrosa, perché su quel pianeta troveranno il sintetico David, scampato al disastro Prometheus e i nostri amici xenomorfi. E non solo. Diverse rivelazioni e sorprese ci attendono, ovviamente anche scene violente e horror. Dopo alcuni film un po’ fiacchi -ad eccezione del bellissimo The Martian- Ridley Scott sembra essersi ripreso alla grande, e, pur non proponendo chissà cosa per quanto riguarda il franchise di Alien, porta comunque un titolo solido con, come detto diversi spunti di riflessione e personaggi molto interessanti. Come detto Fassbender ruba, come suo solito, la scena, ma anche il resto del cast fa un’ottima figura: abbiamo Katherine Waterstone, Billy Crudrup, Danny McBride e Demian Bichir nei ruoli principali. Un film che consiglio sia ai fan di Alien, che agli amanti dei bei film sci-fi/horror.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext