Recensione su Alice in Wonderland

/ 20105.91208 voti

Americanata buonista recitata malissimo / 11 Settembre 2014 in Alice in Wonderland

Di per sé la mano di Burton si riconosce nei personaggi e nel mood dei luoghi del film. Fine della parte interessante. La trama è sostanzialmente diversa dall’originale, incentrata su un americanissimo “segui il tuo istinto, e vincerai”. È una diversità di cui non si sentiva assolutamente la mancanza e che rende il film prevedibile e noiosissimo dopo la prima mezz’ora.
Oltre a questo è recitato malissimo e Depp, anche se è sempre Depp, da solo non riesce a sostenere la vicenda. Alice è in particolare impresentabile.

Se vi piace Burton non guardatelo, a meno che non vi servano ispirazioni per luoghi e personaggi, molto curati.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext