Recensione su I saw the devil

/ 20107.649 voti

La vera vendetta / 28 Febbraio 2016 in I saw the devil

Il tema della vendetta non è mai stato trattato meglio che dai registi Koreani.
Possediamo un ciclo incredibile di film che possono portarci ad assaporare lentamente e con emozioni sempre in contrasto tutto ciò che effettivamente la nostra mente può sopportare.
I saw the devil risulta, sino ad oggi, il film che fa da capostipite a questa collezione.
La storia non è altro che un immenso uscio per addentrarci in una realtà da interpretare e accettare o persino più di una.
La violenza non è altro che un messaggio esagerato per dimostrare quanto la realtà possa effettivamente palesarsi d’innanzi a noi così, senza alcun preavviso, ma anzi crudele più che mai.
Gli attori risultano interpretare la loro parte fin troppo bene, al punto che basta poco per dimenticare d’esser davanti ad un film e non ad una vicenda che si avvicina insistente ai nostri pensieri, alle nostre paure, ai nostri concetti più profondi su questi temi, per magari modificarli, straziarli o rafforzarli.
Il comparto tecnico non pecca nemmeno per un istante, regia, fotografia, audio, tutto dove deve stare.
Potrebbe risultare lungo, ma fa parte del disegno totale della storia, diminuire quei fotogrammi sarebbe sacrilegio.
“You already lost”

Lascia un commento

jfb_p_buttontext