2009

Love Exposure

/ 20098.546 voti
Love Exposure
Love Exposure

Yu vive con il padre che, dopo la morte della moglie, si è convertito al cristianesimo e ha preso i voti. La situazione familiare si mantiene tranquilla, finché il sacerdote non incontra Saori, una donna esuberante e disinibita che si innamora di lui. Questa relazione si rivela disastrosa per entrambi perché il prete perde letteralmente la testa e sfoga la sua insoddisfazione sul figlio, anche ricorrendo alla violenza. Convinto che Yu sia diventato un peccatore, lo costringe a continue confessioni. Il poverino per placare l'ira del genitore è così costretto a confessare peccati che non ha commesso . Alla fine sceglierà la strada più semplice: diventerà davvero un peccatore. E incontrerà Yoko, di cui si innamorerà alla follia. Per poterla conquistare sarà disposto a tutto.
lithops ha scritto questa trama

Titolo Originale: 愛のむきだし
Attori principali: Takahiro Nishijima, Hikari Mitsushima, Makiko Watanabe, Sakura Ando, Atsuro Watabe, Rika Kawamura, Jai West, Keisuke Horibe, Ryosuke Nagata, Yûko Genkaku, Itsuji Itao, Hiroyuki Onoue, Mami Nakamura, Mitsuru Kuramoto, Yutaka Shimizu, Shinji Miyadai, Mitsuru Fukikoshi, Motoki Fukami, Taka Okubo, Jyonmyon Pe, Mayu Matsuoka, Tasuku Nagaoka, Setchin Kawaya, Nobuhiro Nishihara, Go Ayano, Hiroshi Ôguchi, Nanami Hinata, Nasubi
Regia: Sion Sono
Sceneggiatura/Autore: Sion Sono
Produzione: Giappone
Genere: Orientale, Azione, Drammatico, Commedia
Durata: 237 minuti

E’ solo amore! / 11 Settembre 2016 in Love Exposure

Non sono un amante della cinematografia asiatica, ma vedere questo film al primo posto delle classifiche di Niente Popcorn mi ha incuriosito. Sono riuscito a procurarmelo, ma vista la durata (e i sottotitoli) c'è voluto un po' prima che mi decidessi. Finalmente oggi mi sono deciso e l'ho visto.
Non sono in grado di fare un'analisi tecnico-filosofica :-),... continua a leggere » ma quello che ho visto è un bel film. La durata non è un problema, la storia scorre, anzi la curiosità di vedere cos'altro si è inventato il regista, non lascia spazio alla noia.
La storia è in fondo semplice, dalla ricerca dell'anima gemella, all'innamoramento, dall'amore non corrisposto, al vivere felici e contenti. La differenza rispetto ad un qualunque altro film che tratta lo stesso argomento è che qui in mezzo c'è tutto, valori e violenze familiari, religione e fede, perversioni e sentimenti. Il tutto mescolato con intelligenza e realizzato in modo demenziale, grottesco, drammatico, addirittura splatter. A legare tutti questi generi c'è la colonna sonora (da Ravel al pop made in japan) che dà ritmo a tutte le scene.
Purtroppo (per me) il film è in lingua originale e non essendo abituato ad ascoltare il giapponese, almeno all'inizio sembra una recitazione stile telenovelas, ma poi ci si abitua e diventa fluida.
In definitiva, se vi capita, guardatelo.

30 Ottobre 2013 in Love Exposure

Film esplosivo, che rompe in senso multidimensionali ogni limite e convenzione: i generi grottesco, drammatico, comico-demenziale ed erotico si alternano, combinano e alimentano fra loro, forse per raccontare la schizofrenia di un essere umano alla continua ricerca di un'identità sempre frammentata, e che può essere meglio definita non attraverso... continua a leggere » l'inserimento in fragili comunità - spietata e irriverente la demolizione di ogni forma di istituzione famigliare e religiosa - bensì attraverso l'amore, qui abbracciato nervosamente in tutte le sue sfaccettature (sessuale, ideale, religioso, mistico, famigliare, verso la madre, il padre, la sorella, il fratello, l'amico). Le giravolte della sceneggiatura trovano il proprio equilibrio e la propria leggerezza grazie a un ottimo lavoro di montaggio, permettendo il piccolo miracolo di mantenere vivo il processo fruitivo per ben quattro ore. La bellissima colonna sonora non è un elemento esteriore, ma coordina i ritmi dell'azione. Straordinarie le interpretazione di tutti gli attori.

Iper / 5 Settembre 2011 in Love Exposure

Film esagerato: troppo kitsch, troppo strano, troppo caricaturale, troppo melenso.. troppo, veramente troppo lungo. Le prime due ore sono eccezionali.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.