Recensione su Adam

/ 20097.0119 voti

24 febbraio 2014

Un film che parla d’amore, dato e ricevuto, e di come possa cambiare la vita delle persone, al di là di qualsiasi limite.
Adam è un giovane attraente e brillante uomo, affetto dalla sindrome di Asperger e che si ritrova, da un momento all’altro, a vivere solo dopo l’improvvisa morte del padre e senza un lavoro a causa di un repentino licenziamento da parte della società presso cui progettava giocattoli in quanto ingegnere.
Beth è una giovane donna solare e creativa, piena di vita e di sogni.
L’incontro con Adam le cambierà la vita…ma la cambierà anche a lui.
La donna instaurerà con Adam un rapporto nonostante la sua condizione, spronandolo all’indipendenza e all’apertura, senza forzare la mano oltre il dovuto, solo mostrandogli un altro modo di vedere le cose.
Essere amati è bellissimo, ma amare è la cosa più importante.
Beth si donerà ad Adam completamente, toccandogli la vita sino a cambiarla, finendo con l’esserne cambiata lei stessa, perchè amare ci trasforma più che essere amati.
Un film che si lascia guardare con piacere, che parla di amore in modo anti convenzionale e offre qualche spunto di riflessione.
Interessante la “contrapposizione” tra lo schietto Adam, costretto dalla sua sindrome a rifiutare qualsiasi meccanismo di finzione, e il padre di Beth, tipico “colletto bianco” accusato di truffa (o frode) e convinto che tutto sia giustificabile alla luce del successo.
Entrambi rappresentano un eccesso, sicuramente il giusto starebbe nel mezzo, ma quello che viene da pensare guardando il film è che sia più schiavo di se stesso il padre di lei di quanto non lo sia Adam con tutti i suoi problemi.
Alla fine quello che conta è lasciarsi toccare da qualcuno, aprirsi quel tanto che basta da conoscere l’amore e saperne cogliere l’effetto disarmante ed elevante.
Un pò sbrigativo, forse, nella parte finale, avrei apprezzato un piccolo approfondimento su Beth e le sue decisioni nell’ultimo quarto d’ora del film.
Bellissima, invece, la scena finale.
Consigliato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext