?>Recensione | Across the Universe | Senza titolo

Recensione su Across the Universe

/ 20077.2367 voti

12 dicembre 2011

Per gli appassionati della musica e delle canzoni dei Beatlees questo film è imperdibile. Un pò come l’omaggio di Todd Haynes a Bob Dylan, questo è un film dedicato al quartetto di Liverpool, solo che in questo caso c’è una storia un pò più lineare rispetto a “Io non sono qui” ed è calata esattamente nel periodo temporale in cui i Beatlees hanno spopolato, gli anni 60 ed i primi anni 70. E’ un musical, in cui le canzoni del gruppo di Lennon accompagnano le vicende di Jude e Lucy (tutti i nomi sono tratti da personaggi delle canzoni della band inglese), i due innamorati che attraversano la guerra in Vietnam e la rivoluzione culturale, l’ideologia ribelle alla base dei movimenti hippy e la mentalità anti-militarista che spopolava in quegli anni.
E’ anche un omaggio ad un periodo di grandi cambiamenti, in cui la musica – ma anche il cinema – sono stati veicoli di diffusione potentissimi (basti pensare alla figura di Bob Dylan), reso attraverso una serie di coreografie mirate e di scenografie eccezionali (dalla grigia Inghilterra fino alle colorate e caleidoscopiche esibizioni sui bus hippy, ai concerti sui tetti…). Nostalgico a tratti, allucinogeno e simbolico, è un musical sostenuto da una grande colonna sonora.

Personalmente il genere musicale non mi è mai piaciuto, ma le poche eccezioni (“Moulin Rouge” e da oggi anche questo “Across the Unioverse”) sono, almeno per me, indimenticabili.

1 commento

  1. maristella / 3 febbraio 2013

    La penso esattamente come te e difatti vedo che gli abbiamo dato lo stesso voto. In aggiunta, io l’ho trovato un film anche “erotico”, nel senso proprio di sensualità: ci sono delle immagini legate all’acqua, al vento, ai colori, agli effetti pisichedelici che davvero fanno venire voglia di ababndonarsi, di perdersi, di lasciarsi andare totalmente alle emozioni.
    Personalmente non lo considero un musical, ma qualcosa che va molto oltre… un film diverso, fatto a regola d’arte, per me è stato un vero e proprio colpo di fulmine…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext