Recensione su A spasso con Bob

/ 20167.061 voti

Dal fondo si può risalire con gli aiuti giusti / 14 dicembre 2017 in A spasso con Bob

Tratto da una storia vera, una commedia carina di risalita.
James Bowen (Luke Treadaway) è un senzatetto, tossicodipendente che cerca di ricavare qualche soldo suonando per strada. L’assistente sociale Val (Joanne Froggatt) gli dà un’ultima possibilità concedendogli un appartamento in cui abitare.
Ma sarà l’incontro con un gatto, inizialmente non desiderato, e con l’aiuto della vicina di casa Betty che James riuscirà a riscattarsi e a riprendere una vita normale (o quasi).
Una bella storia di riscatto con l’accoppiata James e il gatto Bob che spopola; bellissime le scene con i due, non mancano comunque i momenti drammatici e la sfortuna che sembra perseguitare James e rischia di farlo precipitare nella tossicodipendenza.
Infatti un paio di episodi sembrano ributtarlo giù: prima gli vietano di suonare “in pubblico” e poi di vendere il giornale. Questi fatti rischiano di fargli perdere la bussola ma con l’aiuto di Bob e anche delle due donne (l’assistente sociale e la vicina) supererà la crisi.
Come dimostra anche il film, purtroppo questa storia è quasi un miracolo; la maggior parte dei senzatetto (vuoi per mancanza di aiuti, di volontà o semplicemente di episodi sfortunati) non riesce a risollevarsi dal fondo in cui sono precipitati.
Nel resto del cast da citare Anthony Head nei panni del padre di James.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext