5 Recensioni su

A spasso con Bob

/ 20167.067 voti
A spasso con Bob

Film innocuo / 11 Settembre 2019 in A spasso con Bob

Film innocuo e incerto, pieno di buoni sentimenti (il che fa bene al cuore), recitato coi piedi (il che fa male agli occhi, peccato per Luke Treadaway, altrove ben più interessante), tecnicamente insipido.
Con i suoi baffoni e le sciarpe colorate (nel film, sono confezionate dal personaggio interpretato da Ruth Screen, una delle attrici preferite di Mike Leigh), il gatto Bob (e le sue 5 o 6 controfigure) è una vera star.

Leggi tutto

Buoni sentimenti e nient’altro / 29 Novembre 2018 in A spasso con Bob

Film di natura indefinita: né commedia né tanto meno destinato al pubblico infantile (è la storia di un drogato, con le inevitabili crudezze del caso), né drammatico: gli incidenti che capitano a Bob e al suo padrone sono sempre prevedibili – come l’inevitabile fuga del gatto – e prevedibilmente si risolvono in breve tempo, in un’atmosfera vagamente trasognata di buoni sentimenti, molto feel good, in cui l’unica cosa concreta sembra lo sfruttamento commerciale della bestiola, che nel finale diventa leggermente spudorato. Un film, insomma, né carne né pesce, ma piuttosto tofu: cibo che lo stesso Bob disdegna, come veniamo a un certo punto a sapere.

Leggi tutto

Dal fondo si può risalire con gli aiuti giusti / 14 Dicembre 2017 in A spasso con Bob

Tratto da una storia vera, una commedia carina di risalita.
James Bowen (Luke Treadaway) è un senzatetto, tossicodipendente che cerca di ricavare qualche soldo suonando per strada. L’assistente sociale Val (Joanne Froggatt) gli dà un’ultima possibilità concedendogli un appartamento in cui abitare.
Ma sarà l’incontro con un gatto, inizialmente non desiderato, e con l’aiuto della vicina di casa Betty che James riuscirà a riscattarsi e a riprendere una vita normale (o quasi).
Una bella storia di riscatto con l’accoppiata James e il gatto Bob che spopola; bellissime le scene con i due, non mancano comunque i momenti drammatici e la sfortuna che sembra perseguitare James e rischia di farlo precipitare nella tossicodipendenza.
Infatti un paio di episodi sembrano ributtarlo giù: prima gli vietano di suonare “in pubblico” e poi di vendere il giornale. Questi fatti rischiano di fargli perdere la bussola ma con l’aiuto di Bob e anche delle due donne (l’assistente sociale e la vicina) supererà la crisi.
Come dimostra anche il film, purtroppo questa storia è quasi un miracolo; la maggior parte dei senzatetto (vuoi per mancanza di aiuti, di volontà o semplicemente di episodi sfortunati) non riesce a risollevarsi dal fondo in cui sono precipitati.
Nel resto del cast da citare Anthony Head nei panni del padre di James.

Leggi tutto

MA CHE BELLO BOB!!! / 15 Giugno 2017 in A spasso con Bob

Storia incredibilmente vera di un cantante di strada che incontra Bob, un gatto randagio ferito, e da quel momento saranno inseparabili.
Ovviamente la bellezza del film è totalmente grazie al bellissimo Bob.
Per il resto, anche se è una storia vera, non da molto.
Morale: mai mollare e credere in se stessi. Questo sempre e comunque.
Comunque adatto a tutti!!!
Carino.
Ad maiora!

Leggi tutto

Inutile ma guardabile / 9 Novembre 2016 in A spasso con Bob

Trama inconsistente e interpretazioni proprio basiche – dal fratello del Frankenstein di Penny Dreadful mi aspettavo di meglio. Nel complesso risulta godibile per Bob (il vero Bob, tra l’altro. Ottimo gatto) e per la generale atmosfera da film di famiglia.
Per fortuna ho pagato il biglietto solo 2 euro, non vale assolutamente di più.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.