Recensione su A Star is Born

/ 20186.9207 voti

Il voto sarebbe un 7.5 / 15 Gennaio 2020 in A Star is Born

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Bellissimo debutto alla regia di Bradley Cooper, terzo remake del film “E’ nata una stella”.
Jackson Maine (Bradley Cooper) è una star della musica in tour in varie città americane; ha però il vizio dell’alcool in cui sembra affogare un passato turbolento.
Una sera, dopo un suo concerto, entra casualmente in un bar (solo per bere un goccio) e sente l’esibizione di Ally (Lady Gaga, bellissima sorpresa), che nella vita di tutti i giorni fa la cameriera, e ne resta colpito. Tra i due inizierà una collaborazione (molto stretta) e anche la carriera ne risentirà; quella di Jackson, anche per il suo vizio, in parabola discendente mentre quella di Ally spiccherà il volo.
Ovviamente splendidi momenti musicali ma sono soprattutto i due personaggi a far funzionare il film; Jackson tormentato dai ricordi del padre e Ally che per spiccare il volo rischia di snaturare il suo stile per seguire i consigli del manager.
Film intenso e drammatico con alcune splendide scene.
Nel resto del cast da citare Sam Elliott nei panni del fratello di Jackson, Bobby; tra i due fratelli c’è un rapporto difficile e turbolento.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext