2016

La forma della voce

/ 20167.653 voti
La forma della voce
La forma della voce

Nishimiya Shoko è una studentessa con problemi di udito. Trasferitasi in un nuovo istituto scolastico, la ragazzina incontra numerosi problemi di adattamento e, in particolare, si scontra con Ishida Shouya. La questione diventa così complicata che Nishimiya decide di cambiare ulteriormente scuola e Ishida, incolpato del trasferimento, inizia a essere escluso dai compagni.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: 聲の形
Attori principali: Miyu Irino, Saori Hayami, Aoi Yuki, Kensho Ono, Yuki Kaneko, Yui Ishikawa, Megumi Han, Toshiyuki Toyonaga
Regia: Naoko Yamada
Sceneggiatura/Autore: Reiko Yoshida
Colonna sonora: Kensuke Ushio
Fotografia: Kazuya Takao
Produttore: Toshio Iizuka, Shin'ichi Nakamura, Mikio Uetsuki, Kensuke Tateishi, Eharu Oohashi
Produzione: Giappone
Genere: Orientale, Drammatico, Romantico, Animazione
Durata: 130 minuti

La Forza dell’Animazione / 12 aprile 2018 in La forma della voce

Amicizia, tolleranza, bullismo, vita, morte, dopo Your Name. arriva un altro film d’animazione che riesce a toccare molteplici corde, ma stavolta ritraendosi l’attimo dopo, per poi tornare ad abbracciarle nuovamente ed è forse questa la sua forza, un turbinio ermetico di riletture, smarrimento emotivo e ricerca intima, senza ricerca ossessiva di... continua a leggere » originalità o stupore visivo.

L’effetto devastante del bullismo. / 2 aprile 2018 in La forma della voce

Un film che tocca le corde dell’anima, che racconta delle tematiche molto complesse come la disabilità, il bullismo, l’emarginazione sociale e il senso d’inadeguatezza e soprattutto gli effetti devastanti del bullismo sia su chi ne abusa e soprattutto su chi lo subisce(conseguenze che purtroppo vengono spesso sottovalutate) con una sensibilità che... continua a leggere » per me solo un orientale riesce ad avere.
Shoko e Shoya, vittima da una parte e carnefice dall’altra, due vite distrutte dal dolore per non essere stati capiti e accettati dagli altri e per il rimorso e la sofferenza causati.
I disegni sono di una bellezza unica, le animazioni e le ambientazioni sono dettagliate e perfette, la colonna sonora dolce e toccante.
Un capolavoro dell’animazione giapponese, il ritratto della vita di ogni essere umano tra male, bene, odio, amore, rancore, rimpianto e soprattutto rinascita.
Meraviglioso.

5 stelle e mezzo / 16 novembre 2017 in La forma della voce

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

È un anime che non sono riuscita ad apprezzare, mi è sembrato decisamente troppo romanzato e sdolcinato.
Mi danno parecchio fastidio le forzature nella trama, e per assurdità come l'incendio delle banconote, il ragazzo che dopo aver detto di non avere più neanche un soldo si compra un cellulare solo per farsi dare il numero di lei, lui che si sveglia... continua a leggere » dal coma e corre da lei come se niente fosse, la reunion dei due (di uno squallore allucinante), ho alzato gli occhi al cielo praticamente per tutta la durata del film.
Senza contare la totale assenza d'introspezione di tutti i personaggi secondari, che vengono presentati senza che venga spiegato nulla su di loro e sul loro reale rapporto con i protagonisti.
Non discuto l'animazione e la bellezza di alcune scene (ad esempio quella della notte dei fuochi d'artificio), nonché il fatto che abbiano scelto di trattare di temi delicati come il bullismo e il suicidio, che di solito vengono lasciati in disparte.
Detto ciò, ho visto anime molto più belli.

9 novembre 2017 in La forma della voce

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.