Recensione su A scanner darkly - Un oscuro scrutare

/ 20067.2205 voti

Uno dei pochi film ispirati da Philip Dick ad essergli fedeli / 23 Febbraio 2019 in A scanner darkly - Un oscuro scrutare

Una droga più potente delle altre, la sostanza “M”, si sta diffondendo per gli USA. Il protagonista del film è un infiltrato della narcotici, che si ritrova a doversi “osservare”.
E’ l’osservazione (di sè e degli altri) uno dei temi portanti del film, con la dissociazione da parte del protagonista, non più in grado di capire sè stesso ed il mondo. Film pervaso di profonda malinconia, almeno nella storyline del protagonista, che ha però una specie di “linea comica” nei due amici coinquilini, due fattoni che sono piuttosto divertenti, e non stonano, visto che la loro idiozia fa da giusto contraltare alla cupezza della situazione del protagonista.
Discorso a parte per il personaggio di Frank, la cui vicenda non è strettamente legata alla storia principale, ma che è al centro dell’ottimo inizio e della scena migliore del film, in cui angoscia ed humour nero sono efficacemente intrecciati.
Molto ben utilizzata, e pertinente, la tecnica di animazione, che contribuisce all’atmosfera allucinata.

Lascia un commento