Recensione su A Royal Weekend

/ 20125.376 voti

31 Agosto 2013

La Seconda Guerra Mondiale è alle porte, re Giorgio VI e la reale consorte si recano in America per parlare privatamente con Roosevelt. Le premesse sono interessanti. Le scene in cui appaiono i sovrano sono spassosissime: dai contadini americani che non solo non li riconoscono ma neanche li degnano di un saluto, agli orridi quadretti che prendono in giro gli inglesi e che sono appesi nelle loro stanze da letto.
Semplicemente perfetta la scena in cui Roosevelt che ha seri problemi di deambulazione spiega al re balbuziente che nonostante tutto la gente non li vede come due persone con problemi, ma vede in loro il potere che emanano.
Del tutto inutili e fuorvianti le passioni sessuali tra il Presidente e la scialba cugina vestita come una domestica. E altri intrallazzi sessuali che man mano vengono rivelati allo spettatore.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext