Recensione su Grindhouse - A prova di morte

/ 20076.8499 voti

22 giugno 2011

Il nuovo film di Tarantino è a mio parere il più personale del regista. Nel senso che ci mette tutti gli elementi a lui cari, rendendo forse il film “meno commerciale” dei precedenti.
Sembra una pellicola di serie B degli anni ’70 ed è comunque molto carino (tanto x specificare: non è riduttivo questo mio commento). L’atmosfera e la stessa pellicola (specie nella prima parte un pò granulosa, mentre l’inizio della seconda è in bianco e nero…) rimandano proprio a quell’epoca…
Dicevo che compaiono tutti gli elementi tipici di Tarantino: qua le donne sono di nuovo protagoniste (dopo Jackie Brown e Kill Bill) con i piedi spesso in primo piano (ma non solo; nella prima parte spiccano numerose inquadratura da dietro di Vanessa Ferlito); poi i dialoghi sboccati…
Certo sarei stato curioso di vederlo come era nelle intenzioni di Tarantino, ovvero due film (il secondo è di Rodriguez ed è uscito separato) intervallati da finti trailer cinematografici (x ricalcare l’atmosfera delle Grindhouse dove veniva venduto un biglietto x due film).
Splendida la scena della lap dance di Vanessa Ferlito (che nella versione unita era stata tagliata) e molto + action la seconda parte rispetto alla prima dove ci sono più chiacchere…
Comunque il film è estremamente godibile con momenti divertenti, alcuni più violenti e altri semplicemente da seguire…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext