Recensione su La spia - A Most Wanted Man

/ 20146.265 voti

Dal romanzo di John Le Carrè / 5 luglio 2017 in La spia - A Most Wanted Man

Buon film di spionaggio ambientato poco dopo l’11 settembre 2001.
Ci troviamo ad Amburgo dove Gunther Bachmann (il compianto Philip Seymour Hoffman, ottima interpretazione) e la sua squadra stanno indagando su un accademico musulmano.
Per arrivare a lui, si servono di un ragazzo ceceno Issa Karpov che è arrivato in Germania per chiedere asilo politico dopo i soprusi subiti dai russi. Per ottenere l’asilo politico Issa chiede aiuto all’avvocato Annabel Richter (Rachel McAdams), che sarà contattata anche da Gunther per convincere Karpov ad aiutarli.
Inizio un pò intricato, dove Karpov è più visto come un potenziale terrorista che come pedina per arrivare ad altro. Ma pian piano i piani (scusate il gioco di parole) di Gunther si svelano e il film diventa interessante e avvincente anche se poi il finale lo rovina un pò.
Nel resto del cast da citare Willem Dafoe nei panni del banchiere Tommy Brue, Robin Wright (con un taglio di capelli inedito) è l’agente della Cia Martha Sullivan, mentre Daniel Bruhl (Rush) e Nina Hoss sono due membri della squadra di Gunther.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext