A mia madre piacciono le donne / 14 Maggio 2012 in A mia madre piacciono le donne

Il film, scritto e diretto da Daniela Fejerman e Inès Parìs, non si può considerare un capolavoro, ma resta comunque una commedia semplice e briosa, in grado di strapparti molti sorrisi e mai superficiale, che tratta il tema dell'amore saffico con intelligenza, senza tralasciare la voglia di contestare certi stereotipi, come l'idea che alle donne di... continua a leggere » mezza età il sesso sia interdetto.
Le due registe hanno lavorato bene, focalizzando l'attenzione non tanto sulla relazione amorosa tra Sofia, la pianista, ed Eliska, la sua compagna, straniera e molto più giovane di lei, bensì sulle reazioni delle tre sorelle, Elvira, Gimena e Sol: tre giovani donne, apparentemente molto aperte, indipendenti (quasi le tipiche figlie di genitori "di sinistra"), ma che, davanti all'inaspettato (la relazione della loro madre con la giovanissima ragazza Ceca), si scoprono terrorizzate, in modo particolare Elvira (ottimamente interpretata da Leonor Watling, che era anche nel cast del film "Parla con lei" di Almodovar), la più nevrotica ed insicura.
Da vedere.