Recensione su A Bigger Splash

/ 20156.276 voti

Ricchi irritanti / 20 Luglio 2021 in A Bigger Splash

Personaggi non esattamente originali in questo film di Luca Guadagnino: l’ospite invadente e fuori controllo alla ricerca di una rivalsa; la ragazza imbronciata e – naturalmente – seduttrice (ma – com’è ovvio – non veramente cattiva); l’amante devoto e debole. Al centro il motore immobile e muto, Tilda Swinton, per una volta in un ruolo a dimensione umana. In conclusione quella che osserviamo è una galleria di ricchi inutili e in vario grado irritanti, sullo sfondo di una Pantelleria tra squallore e oleografia in cui a tratti si intravede quasi per caso una tragedia più autentica di quella messa qui in scena. Ma l’assenza di riflessione e di uno sguardo mediato fa sì quasi inevitabilmente che il giudizio moralista del regista si possa estendere alla sua stessa opera, irritante e vacua quanto l’oggetto della sua denuncia. A peggiorare le cose, dopo che la vicenda ha raggiunto il climax, il film si prolunga in una coda superflua, in buona parte occupata dalla presenza incongrua di Corrado Guzzanti, calato in un ruolo farsesco di italiano da commedia dell’arte di cui immagino e spero si sarà quasi subito amaramente pentito.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext