Recensione su A Better Life

/ 20117.08 voti

Ladrònes de bicicletas / 13 Settembre 2015 in A Better Life

Ci sono film che sono in grado di liberare l’emozione più nascosta, non con trucchetti sentimentalistici da quattro soldi, ma con la durezza di una storia raccontata in maniera esemplare. La bellissima e ferma mano registica di Chris Weitz (che già apprezzai nel tremendamente sottovalutato ‘La bussola d’oro’), la fotografia strepitosa di Aguirresarobe (The Road, Blue Jasmine), le musiche di Desplat (compositore tra gli altri di Wes Anderson e Garrone) e di grandi cantautori messicani come Antonio Aguilar (gran bella sequenza in auto sulle note di “Carta Perdida”) si coagulano in un mix perfetto capace di far vibrare le corde del cuore.
Questo “Ladri di biciclette” in salsa chicana è davvero un piccolo gioiello, ingiustamente scivolato nel dimenticatoio; forse ci sono un paio di svirgole sulla sceneggiatura nei momenti topici della ricerca (tipo: se rubi un cellulare non lo lasci mica acceso e con la scheda originaria…), ma passano via senza colpo ferire.
Demiàn Bichir è straordinario (meritatamente candidato all’Oscar nel 2011), mi è piaciuto anche il giovane José Julian.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext