?>Recensione | A Beautiful Mind | Buona parte del merito...

Recensione su A Beautiful Mind

/ 20017.9897 voti

Buona parte del merito e’ di Russell. / 22 marzo 2017 in A Beautiful Mind

All’inizio non mi ha convinta molto, troppo lento, troppo lungo e troppo piatto, poi bisogna dire che dal momento in cui si scopre la sua schizofrenia il film diventa più interessante e un po’ più incalzante, le interpretazioni più intense e le sequenze più emozionanti e alla fine riesce anche a coinvolgerti e a farti commuovere anche un po’, ma per quanto mi riguarda rimane un film di pochissimo sopra la sufficienza e assolutamente non meritevole dei premi e delle nomination(ben otto) che ha avuto.
La regia è pessima(ma da un mediocre come Ron Howard non e’ che mi aspettassi di piu’), la sceneggiatura piuttosto piatta, l’interpretazione della Connelly non delle migliori.
L’unico che meritava più considerazione era Russell Crowe che ha fornito una prova assolutamente magistrale…non era facile entrare alla perfezione nella parte di un personaggio insicuro, triste, sfiduciato, con problemi relazionali, emotivamente e mentalmente instabile e geniale come il matematico John Nash, straordinario talento naturale nell’ambito della crittografia e Crowe ci è riuscito con una naturalezza che fa semplicemente spavento.
E’ indiscutibilmente il migliore del cast, l’unico che avrebbe meritato un premio(ingiustamente negato per colpa forse de “il gladiatore”?) ed è solo grazie a lui se questo film che rasenta la mediocrita’ ha riscosso il successo che ha avuto.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext