?>Recensione | '71 | Senza titolo

Recensione su '71

/ 20147.452 voti

2 aprile 2015

L’Irlanda racconta ancora la sua drammatica lotta per l’indipendenza.
Siamo a Belfast, in Irlanda del Nord, nel 1971, e un gruppo di soldati dell’esercito britannico viene impiegato per mantenere l’ordine su una zona sensibile della città: la strada che separa i quartieri protestanti da quelli cattolici. Il soldato Gary Hook (Jack O’Connell) viene però catturato da una folla pronta a linciarlo; riesce a scappare, ma rimane intrappolato nei quartieri cattolici, alle sue calcagna i militanti dell’IRA decisi a stanarlo e ucciderlo.
Intricata vicenda spionistica fra le varie, ambigue, fazioni in campo, fra tolleranti e estremisti, infiltrati e doppiogiochisti, che io ho faticato a decifrare. Ma è efficace la resa labirintica degli inseguimenti e la drammaticità della posta in gioco, in una ricostruzione storica suggestiva e nostalgica che mi ha ricordato i nostri anni di piombo in Romanzo di una strage.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext