Recensione su 7 Sconosciuti a El Royale

/ 20186.945 voti

Imprevedibile / 8 Agosto 2019 in 7 Sconosciuti a El Royale

Può un film offrire continue sorprese? Bad Times at the El Royale si avvicina molto a questo traguardo: la prima scena davvero prevedibile si verifica a una decina di minuti dalla fine (purtroppo non è l’ultima). In precedenza abbiamo colpi di scena a ripetizione, personaggi che non sono quasi mai quello che sembrano, salvatori improbabilissimi. Abbiamo anche una ricostruzione d’epoca impeccabile, tanto che è diffcile convincersi che l’hotel non esista veramente (è ispirato a un vero albergo, il Cal Neva Lodge & Casino, ma l’architettura e gli interni sono differenti). Inevitabili i paragoni con i film di Tarantino per la violenza esibita e per la colonna sonora nostalgica; ma Goddard imprime al suo film un andamento un po’ più classico: gli sfalsamenti temporali alla Tarantino ci sono ma sono contenuti; a tratti sembra di guardare un film degli anni ’60, contemporaneo agli eventi narrati. Ottime interpretazioni di Jeff Bridges e Jon Hamm. Forse i personaggi avrebbero dovuto avere un po’ più di profondità; ma sarebbe stato un film diverso.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext