Recensione su 7 Sconosciuti a El Royale

/ 20187.050 voti

Godibile thriller con sfumature horror / 28 Luglio 2019 in 7 Sconosciuti a El Royale

C’è tanto Tarantino, in questo film di Drew Goddard. Ma Goddard non è Tarantino (ed è giusto che sia così), però mi domando chissà cosa sarebbe stato Bad Times at El Royale se ci avesse messo mano (anche) il vecchio Quentin (magari ai dialoghi). Fa sorridere che il contesto sia quello della fine della Summer of Love e che il personaggio di Chris Hemsworth ricordi molto Charles Manson, tutti elementi che ritornano nel nuovo film di Tarantino, C’era una volta a… Hollywood, che, all’epoca dell’uscita di questo di Goddard era ancora in fase di produzione.

7 Sconosciuti a El Royale è un thriller con sfumature horror che incuriosisce e intrattiene per un paio d’ore, ma penso che, con un po’ di ironia nera in più e qualche sforbiciata qui e là, soprattutto sul finale, sarebbe risultato ancora più godibile.
Fra le cose che ho apprezzato di più, ci sono il dettaglio narrativo dell’hotel a cavallo di due Stati (California = la terrà delle opportunità, del glamour di Hollywood, dei divi e della decadenza; Nevada = giochiamoci la vita a un tavolo da gioco), il mistero legato al caso seguito dai servizi segreti e le storie dietro le storie dei vari personaggi, tutti ben caratterizzati e ben interpretati (anche se il sopracitato Hemsworth, che aveva già lavorato con Goddard nel film Quella casa nel bosco, a momenti sembra lì solo per mettere in mostra gli addominali).
Cast molto valido (non conoscevo Cynthia Erivo e Lewis Pullman), con un buon Jeff Bridges e Jon Hamm che, in queste vesti 60’s, non può non far sospirare di nostalgia i devoti di Mad Men come me.
Nel gruppo di attori, per un attimo, fanno incursione anche Xavier Dolan e Shea Wigham.

Bella selezione di brani musicali soul e beat per la colonna sonora che, in alcuni passaggi, mi ha ricordato l’uso che ne fa nei suoi film Edgar Wright. Ho fatto un salto sul divano, quando ho sentito partire The Letter dei Box Tops, che amo dal profondo del corazon.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext