Recensione su 7 Sconosciuti a El Royale

/ 20187.050 voti

El Royale / 18 Luglio 2019 in 7 Sconosciuti a El Royale

Buon thriller violento e vagamento tarantiniano con un buon intreccio.
Siamo alla fine degli anni ’60; quattro sconosciuti arrivano all’Hotel El Royal al confine tra California e Nevada (l’hotel è proprio a cavallo dei due stati).
Sono il prete Daniel Flynn (Jeff Bridges), la cantante Darlene Sweet (Cynthia Erivo), il venditore Seymour Sullivan (Jon Hamm) e la hippie Emily (Dakota Johnson); incontrano l’unico impiegato dell’hotel, il giovane Miles (Lewis Pullman), che assegna loro le stanze.
Ma tutti hanno qualche segreto da nascondere e pian piano verranno a galla in un crescendo di tensione e violenza.
Bel film con un ottimo ritmo, qualche colpo di scena e una buona dose di violenza; non posso dire molto di più senza rischiare di rivelare qualcosa di troppo e quindi mi tocca rimanere sul vago.
Ottima colonna sonora.
Nel resto del cast da citare Cailee Spaeny (Vista in Pacifim Rim 2) nei panni della sorella di Emily e Chris Hemsworth nei panni di Billy Lee (una sorta di Charles Manson).
Un po’ fuorviante il titolo italiano, diciamo che in 7 insieme difficilmente si ritrovano; sarebbe stato più appropriato tradurre l’originale o lasciare solo “El Royale”.

1 commento

  1. Stefania / 28 Luglio 2019

    Sono d’accordo sulla questione del titolo italiano: secondo me, hanno usato ‘sto numero 7 per richiamare cose come The Hateful Eight di Tarantino e 7 psicopatici di Martin McDonagh.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext