Recensione su (500) giorni insieme

/ 20097.1812 voti
(500) giorni insieme
Regia:

Fiaba indie-metropolitana / 25 Giugno 2012 in (500) giorni insieme

Dolce favola metropolitana di puro stampo indie,è una delle più gradevoli commedie del nuovo millennio.”(500) Days of Summer”(evitiamo il puerile titolo italiano) si scolla subito dalla finta etichetta di commedia romantica e si inserisce nel filone delle commedie intelligenti,brillanti,che raccontano una storia d’amore,senza amore.Sembra un paradosso,invece è il senso stesso dell’opera.Marc Webb,uno dei migliori videoclippari in circolazione,mette a punto un film giovane,frizzante,che si muove tra carrellate cittadine,spunti musicali ideali e sperimentazione dei personaggi,anche quelli secondari,senza troppi spunti drammatici o melensi.Non è un capolavoro,ma è una delizia per gli occhi.Senza dubbio un prodotto interessante,sia sulla carta,sia sulla realtà.La storia,piccola ma geniale,strizza l’occhio a Woody Allen e (quasi) a Robert Altman.Ha quel non so chè di elettrizzante.Racconta la storia delle nevrosi di due ragazzi innamorati,senza che subentri l’amore.Sembra un ragionamento contorto ma non lo è.Il film insinua la domanda:è mai possibile stare insieme senza che subentri l’amore,a rovinare tutto?Si e no.
Un mondo senza amore sarebbe vuoto e stupido,insomma,l’amore è uno dei motori della società,un trampolino di lancio verso una vita felice.Senza toccare vette universali,il film si trascina,come un’opera di apertura verso il mondo e le gioie della vita.Che non sempre corrispondono alle gioie dell’uomo.”(500) Days of Summer”,non solo è una delle migliori commedie del 2009(insieme a “Tra le Nuvole” e “Basta che Funzioni”),ma rimarrà dentro ai nostri cuori per lungo tempo.Il mio è stato un colpo di fulmine improvviso,un fulmine a ciel sereno che ha scombussolato la mia idea di commedia romantica,non romantica.Uno graditissimo svago dalle commedie volgari e idiote della nuova Hollywood.Un prodotto destinato a diventare di culto,anche se per pochi(me compreso).Senza dubbio,è già una delle più belle storie d’amore della storia moderna del cinema.Senza che l’amore ci sia,o almeno sia di passaggio.

Lascia un commento