50 e 50

/ 20117.1376 voti
50 e 50

La vita del ventisettenne Adam scorre tranquilla, quando arriva la peggiore delle notizie: è malato di cancro. Eppure Adam non beve, non fuma ed è fanatico della raccolta differenziata. Da quel momento il ragazzo entra in uno stato di passiva accettazione della malattia da cui nessuno sembra scuoterlo. La chemioterapia insegnerà a Adam ad apprezzare la vita, e sarà una vera lezione di vita per le persone che gli vogliono bene.
PassionSilver ha scritto questa trama

Titolo Originale: 50/50
Attori principali: Joseph Gordon-LevittSeth RogenAnna KendrickBryce Dallas HowardAnjelica HustonSerge Houde, Andrew Airlie, Sugar Lyn Beard, Matt Frewer, Philip Baker Hall, Donna Yamamoto, Yee Jee Tso, Sarah Smyth, Peter Kelamis, Jessica Parker Kennedy, Daniel Bacon, P. Lynn Johnson, Laura Bertram, Matty Finochio, Marie Avgeropoulos, Luisa D'Oliveira, Veena Sood, Andrea Brooks, Beatrice King, Chilton Crane, Lauren Miller, Jason Vaisvila, Brent Sheppard, Stephanie Belding, Ryan W. Smith, William 'Big Sleeps' Stewart, Amitai Marmorstein, Will Reiser, Christopher De-Schuster, Stephen Colbert, Tom MacNeill, Cameron K. Smith, D.C. Douglas
Regia: Jonathan Levine
Sceneggiatura/Autore: Will Reiser
Colonna sonora: Michael Giacchino
Fotografia: Terry Stacey
Costumi: Carla Hetland
Produttore: Seth Rogen, Nathan Kahane, Evan Goldberg, Will Reiser, Ben Karlin
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Commedia
Durata: 100 minuti

Superficiale nella media, intenso nel particolare. / 12 Settembre 2019 in 50 e 50

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

L’inizio non è male, parte leggero, disteso, innocuo.
Il centro film è una discesa in negativo: il solito cliché della ragazza che tradisce il ragazzo e lui le distrugge i quadri che lei aveva dipinto per lui; l’amico del protagonista che costringe lo spettatore a domandarsi -ma perché questi due sono amici se lui vuole solo copulare e farlo copulare come se fosse l’unica cosa degna di nota nella vita?-; una superficialità media nella messa in scena delle relazioni.
Il finale però si rialza.
Perchè c’è un momento clou, e Gordon-Levitt tira fuori almeno due scene degne di nota (il grido disperato dentro la macchina e gli attimi prima di essere portato in sala operatoria, quando viene sottoposto all’anestesia). Quelle scene sono strazianti. Anche solo quelle due sequenze potrebbero valere la pena della visione.
Ho pianto disperatamente.

Leggi tutto

7 / 22 Maggio 2017 in 50 e 50

Come affrontare un tema importante e delicato in maniera semplice, immediata e assolutamente non “triste”

Gran bel lavoro / 21 Settembre 2016 in 50 e 50

Mi capita continuamente, quando mi capita di vedere film con tematiche del genere, di rompermi, di non provare alcuna empatia con i personaggi, di vedere storie tutte basate sull’amore, con clamorose storie d’amore giovanile rovinate da un tremendo cancro di livello “over nine thousand”. Insomma, con questa premessa, avrete già capito di che titolo parlo. Una volta tanto si affronta invece la questione in modo diverso e più intelligente, secondo me. Adam (il bravissimo Gordon-Levitt, un grandissimo attore capace di passare da momenti tristi ad altri completamente inversi) è un ragazzo di 27 anni, a cui viene diagnosticato un cancro. 50% di possibilità di salvarsi (da qui il nome del film). E’ fidanzato, ma la sua ragazza non è esattamente la brava persona che pare essere. Ha un grande amico (Seth Rogen) sempre pronto a scherzare e a dargli sostegno e forza. Conosce una psicologa con la quale instaura un importante rapporto. Ma soprattutto è forte lui, è capace di affrontare il problema, o perlomeno ci prova. Il risultato è una storia molto più toccante e reale di tante altre, dove valori come coraggio e amicizia, oltre che l’ironia, decisamente presente ed azzeccata, la fanno molto più da padrona rispetto alle classiche storielle di cui parlavo. Emozionante, commovente, divertente ed intelligente. Se volete fare film sull’argomento, guardate ed imparate. Un risultato davvero ottimo, con un cast molto azzeccato (oltre ai due detti sopra ci sono anche Bryce Dallas Howard, Anna Kendrick e Anjelica Huston) e una storia che davvero vuole insegnare qualcosa. Assolutamente da vedere.

Leggi tutto

Chi è Adam? / 30 Marzo 2014 in 50 e 50

Chi è Adam? Adam non è nessuno, Adam è tutti noi. Con le nostre insicurezze e paure.
Fatti di carne e umanità. Circondati da verità cruda e da un destino bastardo che un giorno decide di rincarare la dose.
Un film fatto di attimi, che non grida alla trama pomposa ma racconta in silenzio, e attraverso qualche sorriso, il dramma di chi spera, di chi lotta, di chi ce la fa e di chi perde.
Senza fronzoli e sensazionalismo; non c’è niente da capire, è il 50 e 50, è solo la Vita.

Leggi tutto

L’ironia salverà il mondo. / 5 Ottobre 2013 in 50 e 50

Mi è piaciuto.
Qualche spunto originale che a volte trascende nella mielosità da filmetto adolescenziale, ma la cosa che più mi ha convinto è stata l’ironia che attraversa tutto il film. Ironia non esagerata né forzata, ma genuina e “vera”… ed in questo caso poteva risultare difficile farla coesistere con la melanconia che a volte necessariamente prende il sopravvento.
Chi non ha mai avuto un amico (splendido) come Kyle? C’è poi il modo di sdrammatizzare sulla malattia attraverso metodi che mi trovano pienamente concorde (al di là del film): i chemio-amici, il rimorchio post rasatura…
Ah, non per ultimo: Anjelica Huston nei panni di una madre apprensiva fa molta più paura di un T-1000 al tuo inseguimento!

Leggi tutto