Recensione su 47 Metri - Uncaged

/ 20195.511 voti

Uno squalo tra le rovine maya / 22 Settembre 2020 in 47 Metri - Uncaged

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Sequel di 47 metri anche se a parte uno squalo e il Messico non vedo molti punti in comune tra i due.
Inizio quasi da teen movie con le due sorellastre Sasha e Mia (Sophie Nelisse) che hanno qualche problema a scuola, soprattutto Mia, dopo il trasferimento in Messico a seguito del padre che sta eseguendo uno scavo archeologico alla scoperta di un sito sommerso di rovine Maya. Sasha e Mia, insieme a due loro amiche, disobbediscono al padre (che voleva farle fare un giro in barca per ammirare gli squali), e vanno allo scavo per divertirsi. Ma se Maometto non va alla montagna.. gli squali vengono a trovarle.
Interessanti alcune sequenze sott’acqua e gli slalom tra i reperti maya dello squalo bianco che le attacca; le quattro cercheranno di sopravvivere, sono gli uomini che incrociano che non fanno una bella fine.
Bella la sequenza finale con una Mia lottatrice tenace.
Nel resto del cast da citare una delle figlie di Stallone, Sistine, nei panni di Nicole (la più “ribelle” del gruppo); John Corbett (Il mio grosso grasso matrimonio greco) è Grant, il padre di Mia e Sasha.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext