Recensione su 36 Quai des Orfèvres

/ 20046.937 voti

25 luglio 2011

Il poliziesco francesce si impreziosisce con una gemma di ottima fattura, firmata da Oliver Marchal (che ha diretto anche il recente “Diamond 13” con Depardieu) e magistralmente interpretata da Daniel Auteuil ed il mastodontico Gerard Depardieu. Il rapporto conflittuale tra i due poliziotti è il perno su cui è incentrata la storia: mentre Auteuil impersona il poliziotto duro ma legato alla famiglia ed al gruppo di amici e poliziotti che coordina, Depardieu e l’arrampicatore sociale che ha dimenticato i valori più veri che lo hanno spinto a diventare poliziotto in nome del potere e della gloria personale.
Perfettamente scelti e convincenti in ogni passaggio i due sembrano assomigliarsi nei modi severi e decisi e al contempo sono agli antipodi uno rispetto all’altro nelle motivazioni che li spingono a dare la caccia ad una violenta banda di rapinatori.
Belle sequenze d’azione, e ottima scenografia. Qualche peccattuccio di sceneggiatura che si perdona più che volentieri a fine film.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext