?>Recensione | 300 - L'alba di un impero | Senza titolo

Recensione su 300 - L'alba di un impero

/ 20135.8227 voti

4 maggio 2015

Perché questo film è tanto inferiore rispetto a 300? Non mi sento di dare la colpa interamente al regista, visto che lo sceneggiatore è Zack Snyder. Il problema forse è che le battaglie navali sono meno leggibili di quelle terrestri; si rimane con un’impressione di confusione, cui contribuisce anche la relativa mancanza di unità temporale (rispetto al film precedente). E bisogna dire che l’estetica dello slow motion a lungo andare stufa; tutto il film dà troppo un’impressione di déjà vu. Infine, le licenze prese nei confronti della storia reale diventano qui veramente troppe: da Dario ferito mortalmente da Temistocle a Maratona, alla battaglia di Salamina decisa dall’intervento spartano (gli Spartani in realtà erano presenti con 16 navi), passando per Artemisia che induce Serse ad andare in battaglia (in realtà gli consigliò di lasciar perdere). Non è solo questo film a peccare: sembra che Hollywood sia ormai incapace di trarre uno spettacolo dalla storia com’è veramente andata.
Perché allora il voto di sufficienza? Il film è salvato dalla prestazione di Eva Green, dalla bellezza preternaturale e anche parecchio brava (ascoltatela nell’audio inglese, se potete). Fossi stato Temistocle, avrei sacrificato le libertà dei Greci senza pensarci due volte…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext