?>Recensione | 30 giorni di buio 2 | Il cambio di ambientazione...

Recensione su 30 giorni di buio 2

/ 20103.843 voti

Il cambio di ambientazione rispetto all’originale non giova all’atmosfera del film / 3 maggio 2017 in 30 giorni di buio 2

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Sequel, distribuito direttamente sul mercato home video, del film di David Slade 30 giorni di buio, tratto dal secondo volume della serie a fumetti 30 giorni di notte. La vicenda è ambientata un anno dopo il massacro della cittadina di Barrow, Alaska, raccontato nel precedente film. Stella Oleson (Kiele Sanchez, subentrata nel ruolo che era stato di Melissa George) è una delle poche sopravvissute e gira gli Stati Uniti per una serie di conferenze atte a diffondere la verità riguardo su quello che è realmente successo nella sua città, cioè che i suoi concittadini sono stati uccisi da vampiri e non dal fuoco, come risulta dalle versioni ufficiali dell’accaduto. Ovviamente è presa per una pazza seguace di qualche strana teoria del complotto, ma nonostante ciò ai vampiri non piace che si parli di loro e cercano, guidati dalla regina Lilith (Mia Kirshner), di zittirla definitivamente. A darle manforte subentra un gruppo di cacciatori di vampiri. Film nettamente inferiore al precedente, tratto da una graphic novel che, nonostante i graffianti disegni di Ben Templesmith, mostrava già al secondo volume una certa stanchezza. Il repentino cambio di ambientazione, dalla buia e innevata Alaska, alla luminosa Los Angeles, non giova all’atmosfera di tensione e terrore che invece permeava il film di Slade. Persa l’originalità dell’assunto del film (e del fumetto) originale, vampiri che scelgono un posto avvolto nelle tenebre della lunga notte artica per dare sfogo ai propri istinti sanguinari, la storia perde di senso e si complica inutilmente, come spesso accade nei sequel, con l’accumularsi di personaggi, situazioni e sotto trame. Chi non ha letto i volumi della saga illustrata, farà fatica a seguirne le vicende, anche perché nel precedente film erano stati omessi riferimenti riguardanti i vampiri e la loro organizzazione, che qui sono invece dati per scontati. La saga fumettistica è arrivata finora a dieci volumi, quella sugli schermi invece si è per fortuna fermata con questo film.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext