Recensione su 1997 - Fuga da New York

/ 19817.5277 voti

Chiamatelo Jena ! / 3 aprile 2013 in 1997 - Fuga da New York

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Un film bellissimo: esplosivo e dinamico!
Kurt Russell è riuscito a creare un personaggio (Jena “Snake” Plissken) dandogli una psicologia che è diventata leggendaria nel mondo del cinema.
Soprattutto, però, è importante sottolineare la recitazione “fisica” di Russell, Jena Plissken è diventato un personaggio iconico per il cinema grazie anche alla sua ormai conosciutissima corporatura. Quindi Russell ha fatto un grande lavoro riuscendo a imprimere una grande personalità e fisicità, grazie a quest’ultima in ogni singolo fotogramma è sempre il personaggio di Jena a dominare la scena.
È stata la prima volta che la coppia Carpenter (regista del film) – Russell (attore protagonista) ha lavorato insieme e come sappiamo non è stata l’ultima.
La storia del film è molto scorrevole e gasante, tanto che è diventata un cult e ci sono stati molti film che in seguito hanno preso spunto con trame simili. La storia parla di un carcerato di nome Jena Plissken che viene ingaggiato dal commissario Bob Hauk (interpretato da Lee Van Cleef ) per trovare il presidente degli Stati Uniti che deve partecipare ad una conferenza sulla guerra ma è stato rapito da qualche parte nella New York degradata e in preda alla criminalità. Per assicurarsi la sua partecipazione, Hauk fa iniettare a Jena, spacciandolo per un vaccino contro i molteplici virus presenti nella città, due microcapsule che esploderanno allo scadere di ventiquattro ore.
Il film è ricco di colpi di scena ed azione, è uno dei film più importanti del cinema anche grazie a battute come “chiamami Jena” e “mi chiamo Plissken” ma soprattutto sono il contesto in cui queste sono inserite che le rendono battute veramente straordinarie.
Esiste un sequel intitolato “Fuga da Los Angeles” il cui regista è sempre John Carpenter e Kurt Russell è di nuovo Jena.
La recensione l’ho fatta soprattutto perché si vocifera che faranno una trilogia di remake e il primo film sarà il remake di questo, quando ho sentito la notizia che Jena potrebbe essere interpretato da Jason Statham o Tom Hardy ho storto il naso.
Io penso che il film è ancora molto amato e il personaggio di Jena è ancora “fresco” nella mente degli spettatori quindi fare un remake il cui unico scopo è quello di incassare è assolutamente un insulto al cinema.
Sarebbe bello che dopo la realizzazione del remake chiedessero a Jena Plissken:- cosa ne pensa del nuovo film Jena?
E lui risponderebbe:- Mi chiamo Plissken. Poi mi immagino che magari al posto della pellicola del film viene proiettato qualcos’altro e lui se la ride e brucia la pellicola originale quasi come nel finale di “1997: Fuga da New York !
Però purtroppo o per fortuna Jena “Snake” Plissken non esiste.
Quindi se farete questo remake sbaglierete di grosso…ma se lo farete…chiamatelo Jena !

2 commenti

  1. yorick / 3 aprile 2013

    – l film è ricco di colpi di scena ed azione, è uno dei film più importanti del cinema anche grazie a battute come “chiamami Jena” e “mi chiamo Plissken”

    Sei un figo.

  2. alex10 / 3 aprile 2013

    ahhahahahhaahahah

Lascia un commento

jfb_p_buttontext