Recensione su Quantum of Solace

/ 20086.1197 voti

Seconda prova per Craig che non soddisfa appieno / 16 Marzo 2019 in Quantum of Solace

“Quantum of Solace” inizia poco dopo la conclusione di “Casino Royale”, immergendoci subito nel vivo dell’azione con un inseguimento in Aston Martin che non lascia respirare. Ricordo che i film di 007 di Daniel Craig risultano essere tutti collegati tra loro, il che rappresenta un pregio (non era mai successo in tutti i precedenti film dell’agente segreto britannico), ma se vogliamo anche un difetto non da poco conto. Finita la visione, rimangono ancora completamente misteriosi e senza risposta i piani e le molteplici domande su questa organizzazione criminale, fulcro della pellicola (ancora non ho capito il significato del titolo). Per quanto riguarda il piano action, sicuramente si poteva fare molto di più: le molteplici scene d’azione sono girate fin troppo velocemente, il che rende la visione un po’ fastidiosa. Un sequel essenziale certo, ma facilmente dimenticabile.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext