Recensione su Casino Royale

/ 20066.9326 voti

Veramente bello / 25 Marzo 2016 in Casino Royale

2006, arriva Daniel Craig ed il personaggio di 007 viene ridimensionato. La cosa funziona eccome, perché ci viene presentato un James Bond più giovane, decisamente inesperto, e piuttosto distaccato dagli atteggiamenti classici dei suoi predecessori. Il film è molto più d’azione, ma è anche estremamente drammatico rispetto ai predecessori. Via praticamente ogni caratteristica un po’ “fantascientifica” dei predecessori, si punta su una storia più credibile. Il nuovo Bond è più serio, più cattivo, più sprezzante del pericolo e molto più triste. Questo tratto non è affatto negativo, perché il personaggio, come detto prima, ne esce sì ridimensionato, ma non per questo snaturato. Oltretutto, anche la storia raccontata è bella, coinvolgente, ricca di personaggi che restano impressi (Vesper o Le Chiffre tanto per dirne qualcuno). Per me, il miglior Bond dopo i primi con Sean Connery.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext