Classifica dei Film vincitori dell’Oscar per il Miglior Film in lingua straniera

L’OSCAR PER IL MIGLIOR FILM STRANIERO: LA FINESTRA DELL’ACADEMY SUL CINEMA EXTRA-ANGLOFONO

All’interno di una competizione che, per natura, privilegia il cinema statunitense, l’Oscar assegnato annualmente al Miglior Film in lingua straniera (Best Foreign Film Language) consente di aprire una piccola finestra sulle produzioni cinematografiche extra-anglofone, portando alla ribalta del pubblico titoli meritevoli di attenzione internazionale. I requisiti principali per competere in questa sezione degli Academy Awards, infatti, sono: produzione a opera di Paesi che non fanno parte degli Stati Unitidialoghi in cui non vi sia predominanza della lingua angloamericana. Il che, come è accaduto nel 1983 con la candidatura della produzione italo-franco-algerina BALLANDO BALLANDO diretta da Ettore Scola, consente che possano essere inclusi in questa sezione anche i film muti.
Il premio è stato istituito nel 1957  dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l’ente preposto alla selezione dei film protagonisti della Notte degli Oscar, dopo che, nel corso di otto edizioni precedenti della manifestazione, erano stati assegnati dei riconoscimenti speciali e onorari.
Fin dall’esordio dei premi dedicati ai migliori film stranieri, l’Italia è protagonista di questa sezione, raggiungendo la testa della classifica dei Paesi vincitori del premio: nel 2014, con LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino, è stata raggiunta quota 14 statuette.

1948: Giulietta Masina e Federico Fellini con il primo Oscar della storia assegnato al Miglior Film in lingua straniera, "La strada"

1948: Giulietta Masina e Federico Fellini con il primo Oscar della storia assegnato al Miglior Film in lingua straniera, “La strada”

La felice serie di vittorie è iniziata nel 1948, quando, al momento della consegna del premio speciale che inaugurava tale categoria, ha trionfato SCIUSCIÀ di Vittorio De Sica. Nel 1951, in occasione della consegna del primo premio onorario, è salita sugli allori la co-produzione franco-italiana LE MURA DI MALAPAGA (Au delà des grilles) diretto da René Clément.
Per completare la sequenza, anche la prima pellicola insignita dell’Oscar per il Miglior Film Straniero è italiana: si tratta de LA STRADA di Federico Fellini.
Tra premi speciali e Oscar ufficiali in questa categoria, De Sica e Fellini sono tra i cineasti non anglofoni ad aver ricevuto il maggior numero di statuette: ben 4 a testa, con Fellini autore di una doppietta, nel ’57 e nel ’58, con LA STRADA e LE NOTTI DI CABIRIA.

Yul Brinner ha consegnato a François Truffaut, regista di "Effetto Notte", l'Oscar 1974 per il Miglior Film in lingua straniera

Yul Brinner ha consegnato a François Truffaut, regista di “Effetto Notte”, l’Oscar 1974 per il Miglior Film in lingua straniera

Nel palmarès della sezione dedicata dagli Oscar ai migliori film stranieri, segue la Francia, con 12 blasoni variamente distribuiti tra alcuni dei suoi migliori rappresentanti, da Francois Truffaut (EFFETTO NOTTE, premiato nel 1974) all'”esule” iberico Luis Buñuel (IL FASCINO DISCRETO DELLA BORGHESIA, Oscar 1973), passando per Claude Lelouch (UN UOMO, UNA DONNA, 1967).
A seguire, con netto distacco, con 4 o 3 statuette conquistate, Giappone, Spagna, Germania, Svezia, Danimarca ed ex-repubblica sovietica.
A fronte di 10 nomination, finora, il grande deluso è Israele, che, dalla prima candidatura risalente al 1965 (la commedia SALLAH di Ephraim Kishon), non ha mai vinto un Oscar in questa categoria.

OSCAR AL MIGLIOR FILM STRANIERO: LA CLASSIFICA DI NIENTEPOPCORN.IT

Scopriamo insieme la classifica di Nientepopcorn.it dedicata alle pellicole premiate con l’Oscar per il Miglior Film Straniero e con i vari riconoscimenti onorari e speciali che l’hanno preceduto, dal 1948 a oggi e stilata grazie ai voti dei nostri utenti: se non l’avete ancora fatto, assegnate un giudizio ai film in lista per contribuire a movimentarla!

Per entrare in questa classifica sono necessari almeno 0 voti.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext