“Urban Myths”: i grandi nomi della storia del Novecento come non li avete mai visti

Famosi attori internazionali interpretano alcuni dei personaggi più noti e importanti della storia e della cultura del Novecento, da Salvador Dalì a Hitler, alle prese con episodi curiosi della loro vita, al limite della leggenda metropolitana, raccontati in una serie tv Sky.

, di

IL LATO IRONICO E SCONOSCIUTO DEI PROTAGONISTI DELLA STORIA E DELLA CULTURA: ECCO LA FICTION SERIALE “URBAN MYTHS”

Qualche mese fa, vi avevamo parlato di un progetto cinematografico basato su un soggetto alquanto curioso: la fuga da New York di Michael Jackson, Elizabeth Taylor e Marlon Brando avvenuta a ridosso dell’attacco alle Torri Gemelle, l’11 settembre 2001. Il film diretto da Ben Palmer, regista avvezzo a prodotti per la tv, è confluito in una produzione televisiva Sky Arts intitolata URBAN MYTHS: il programma seriale è composto da una raccolta di storie al limite dell’incredibile e del bizzarro, se non della leggenda metropolitana, che hanno come protagonisti alcuni importanti nomi della cultura, della storia e del costume del Novecento.
Con una dose abbondante di licenze artistiche, i mediometraggi di URBAN MYTHS, dal taglio fortemente ironico, sono stati pensati per rispondere a una domanda fondamentale: se questi eventi fossero accaduti davvero (e si dice che alcuni di essi, come quello di Jackson, siano occorsi sul serio), come si sarebbero svolti?
Presentando il progetto URBAN MYTHS, Phil Edgar-Jones, direttore di Sky Arts, ha dichiarato: “Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per portare alla luce i mondi bizzarri ed eternamente affascinanti che ruotano intorno all’Arte. URBAN MYTHS fa proprio questo, esplorando quelle storie che abbiamo sentito da qualche parte e che vorremmo fossero vere. Siamo deliziati dal modo in cui alcuni dei migliori sceneggiatori, registi e attori britannici si siano divertiti a lavorare a queste storie e da come la loro immaginazione e creatività traspare da ogni singolo fotogramma”.
Nel divertente e stuzzicante trailer diffuso qualche ora fa da Sky, oltre alle prime immagini ufficiali di Joseph Fiennes negli inusuali panni di Michael Jackson (scelta che ha già provocato alcune polemiche), Stockhard Channing in quelli di Liz Taylor e Brian Cox nelle vesti di Brando, è possibile vedere alcuni dei personaggi che sono diventati oggetto dei racconti di URBAN MYTHS:

DA HITLER A BOB DYLAN: I PROTAGONISTI DEL NOVECENTO IN VERSIONE INEDITA

Negli episodi da 30 minuti ciascuno, incentrati su “vicende che potrebbero o non potrebbero essere accadute”, vedremo Cary Grant (Ben Chaplin, WASHINGTON SQUARE) assumere LSD con il dottor Timothy Leary (Aidan Gillen, THE WIRE), Salvador Dalì chiacchierare amabilmente con Alice Cooper, Samuel Beckett (David Threlfall, SHAMELESS UK) accompagnare André the Giant a scuola, un diciottenne Adolf Hitler (Iwan Rheon, IL TRONO DI SPADE) accompagnato dall’amico August (Rupert Grint, HARRY POTTER) a un istituto d’arte che ne rifiuta l’iscrizione, Bob Dylan (Eddie Marsan, STILL LIFE) trascorrere del tempo con Dave Stewart (Paul Ritter, QUANTUM OF SOLACE), Muhammad Alì mettere in salvo un suicida, i Sex Pistols mostrarsi in tv, nel 1976, nell’esibizione più scandalosa della loro carriera.
Nell’episodio dedicato a Michael Jackson e soci, recita anche la compianta Carrie Fisher, scomparsa nelle scorse settimane.

“URBAN MYTHS”: LA MESSA IN ONDA SU SKY

La prima stagione di URBAN MYTHS, composta da 4 episodi, andrà in onda con cadenza settimanale su Sky Arts a partire dal 19 gennaio. Il secondo ciclo, formato da altre quattro puntate, sarà trasmesso in aprile.
Ad oggi, non è stata diffusa una data di distribuzione su Sky Arte, il corrispondente canale italiano della piattaforma internazionale di contenuti on demand: provvederemo ad aggiornarvi in merito.

[Fonti: comedy.co.uk; Sky.com]

[Nella foto principale: Fiennes, la Stockhard e Cox nell’episodio incentrato sulla fuga di Michael Jackson da New York]

CATEGORIE: serie tv

Lascia un commento

jfb_p_buttontext