8 febbraio 2011 in Straziami, ma di baci saziami

Pellicola a tratti esilarante: la mimica di Manfredi è inarrivabile e neppure Tognazzi, nel ruolo del muto, nulla può contro i suoi sguardi persi nella steppa. I dialoghi sgrammaticati che riprendono i testi delle canzoni sentimentali in voga ai tempi sono una vera chicca. Risi sempre grandiosamente avanti sui tempi: altro che Glee!